CORSO DI FORMAZIONE E DI APPROFONDIMENTO LINGUISTICO/ETIMOLOGICO


ORE DI FORMAZIONE:
minimo 5 lezioni della durata di 2h ciascuna.

OBIETTIVI:
Approfondire la riflessione linguistica mediante la ricerca etimologica e apprenderne possibili applicazioni didattiche.

CONTENUTI DEL CORSO:
- nozioni basilari relative all’etimologia: significato del termine, differenza tra etimologia prossima ed etimologia remota
- la riflessione etimologica come metodo didattico nell’insegnamento delle lingue classiche e moderne; le famiglie linguistiche, le radici indoeuropee, gli sviluppi dal greco e dal latino, gli apporti arabi... il substrato prelatino, le contaminazioni, i calchi, i prestiti...
- gli elementi costitutivi delle parole: radici, prefissi, suffissi ed infissi; individuazione di alcune radici utili per analizzare e comprendere le famiglie di parole da esse derivate; il significato e le valenze delle preposizioni greche e latine e i loro esiti nelle parole composte delle lingue moderne; lessicopoiesi ed interpretazione etimologica di termini tecnici e specialistici.
- esempi pratici di applicazione didattica dell’etimologia: nelle regole ortografiche, nelle regole morfosintattiche, nella comprensione testuale...
- l’etimologia alla base delle regole di ortoepia italiana: pronunce locali e pronuncia nazionale; accento tonico e accento fonico; l’articolazione e le regole della dizione
- il criterio didattico del confronto tra le strutture morfosintattiche dell’italiano (e delle altre lingue romanze) e quelle delle lingue classiche; il metodo didattico delle funzioni logiche
Gli argomenti offriranno occasione di applicazione pratica su testi di autori classici e moderni

COMPETENZE PREVISTE:
Disposizione alla riflessione nella ricerca delle origini e delle valenze delle parole, nonché delle strutture linguistiche; senso critico nella valutazione di possibili applicazioni didattiche del metodo etimologico: capacità di riflessione etimologica applicata alla didattica delle regole ortografiche e morfosintattiche, capacità di guidare la classe ad una più consapevole comprensione dei testi attraverso l’abitudine alla riflessione logica e all’apprendimento ragionato.

Inoltre, l’applicabilità di tale metodo nell’insegnamento sia delle lingue classiche, che della lingua italiana, che delle altre lingue moderne offre interessanti spunti all’interdisciplinarità.